La vita

Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.

Salvatore Quasimodo

mercoledì 1 febbraio 2012

LA NEVE

In questa nostra società che ha come ritmo di vita il corre - l'affannarsi - il prendi qua e là contemporaneamente dove non abbiamo nemmeno il tempo di respirare - ecco che una bella e copiosa nevicata CI FERMA.....
i bambini andranno a scuola a piedi (ben vestiti non come nei miei ricordi le ginocchia gelate per le calze corte - i collant non esistevano) le mamme e i papà avranno si montato le gomme termiche ma l'ingorgo è assicurato - gli appuntamenti annullati e tanto altro. Il tempo sembra essersi fermato e noi tutti con lui.
Ma ricordiamoci  SOTTO LA PIOGGIA FAME,  SOTTO  LA NEVE PANE - dicevano i nostri saggi contadini.
Mai come in questi giorni  riconosciamo di averne bisogno di  "PANE"
Buon ritiro a tutti - almeno alle amiche e agli amici che si sono fermati per la neve

15 commenti:

lucietta1 ha detto...

Io sono a casa per il maltempo,nonc'è ancora neve da noi ma un brutto vento che ha fatto danni.Le scuole sono chiuse e io leggo ,leggo, leggo!Che bello una vacanza inaspettata mi permette di dedicarmi a ciò che mi piace. buona giornata!

nonno enio ha detto...

neve quì da me ancora non c'è, io sono a letto con un febbrone da cavallo (39°)stavolta l'ho presa brutta: takipirina ogni 5 ore per tenerla bassa.

cosimo ha detto...

Qui da me, sul mare della Puglia, la neve quando arriva, è come manciate di coriandoli a carnevale. Oggi poi è la Candelora e
"Quando vien la Candelora
de l'inverno semo fora;
ma se piove o tira il vento
de l'inverno semo dentro."
Pare siamo dentro in un tutta Italia. Anche qui sul mare.

teoderica ha detto...

Cara e simpatica Civetta, ti chiamerò così perchè è il mio volatile preferito e poi perchè è bello civettare, così senza malizia ma solo per femminilità, tu poi pure canterina...per me non sarai la moglie del Soffio, lui scrive in altro modo e ti seguirò perchè mi sei piaciuta dal primo racconto, in quanto al Lui, non sarà stato tanto difficile stargli accanto prchè ho idea che tu sappia come domarlo e metterelo all' angolo anche se ne sa una più del diavolo.
Ciao.

Lara ha detto...

Mi ricordo quel detto popolare che hai citato, cara Civetta.
Da me, in provincia di Bologna, continua a nevicare da ieri. E' una neve molto piccola ma altrettanto fitta.
Domani fra l'altro è il giorno della Candelora e anche qui c'è un detto che non dovrebbe essere sfavorevole per i giorni a venire...
Una pausa comunque è necessaria, in questo tempo così frenetico che non permette neppure più di guardarci intorno.
Grazie e a presto,
Lara

Giovanna ha detto...

che freddo temperature mai vista da diversi anni

Melinda ha detto...

Ecco qui la mitica signora Soffio...da oggi tua follower :D

Edoardoprimo ha detto...

Lenta la neve, fiocca, fiocca, fiocca,
senti: una zana dondola pian piano.
Un bimbo piange, il piccol dito in bocca,
canta una vecchia, il mento sulla mano,

La vecchia canta: Intorno al tuo lettino
c'è rose e gigli, tutto un bel giardino.
Nel bel giardino il bimbo s'addormenta.
La neve fiocca lenta, lenta, lenta. G: Pascoli

Cordialità. Edo

stella dell 'est ha detto...

Da me in Friuli niente neve,ma raffiche di bora.Ci siamo fermati,niente passeggiata oggi.Ti auguro una lieta serata,al prossimo post simpatica Civetta.

max ha detto...

Qui da me per ora Neve nulla.... Certo per molti la neve può essere un fastidio, forse anche per me stesso, ma non voglio perdere per sempre gli occhi di quando ero bambino, dove ad ogni fiocco era un sorriso.... un abbraccio

civettacanterina ha detto...

Molto bene, avrò il piacere di leggere i tuoi post. buona giornata

Ambra ha detto...

Qui a Milano ha nevicato per due notti e un giorno. Se guardo dalla finestra il giardino verde non c'è più, è sepolto sotto una coltre bianca.
Si, la neve riesce a rallentare un poco il ritmo, purtroppo non a modificarlo definitivamente. E non credo che la nostra società sia più in grado di ritornare alla capacità di fare pausa, per pensare, e prendere consapevolezza dell'esistenza.

civettacanterina ha detto...

Qui la neve continua ormai abbiamo superato le 48 ore! E' proprio vero grande era la felicità di quando da bambini si osservava cadere la neve, la stessa felicità ed euforia - che ho visto ieri negli occhi dei bambini all'uscita da scuola - mio nipote compreso che si è rotolato più volte nei cumuli appena fatti dagli spazzaneve.
Buon pomeriggio

Carlo ha detto...

Cara Signora purtroppo non penso che la neve basti a fermare; non ci sarà un buon raccolto per laciviltà moderna.
L'uomo moderno è fatto di frenesia (come ha detto giustamente), ma gli stop alimentano in codeste persone la poca tranquillità (l'ira) e non la quiete. Codeste persone sono figli dannati della tecnologia, ed in essa trovano la frenesia per continuare il loro lavoro; quasi da loro dipendessero le sorti del mondo. La stupirò dicendole che mercoledì in autostrada, un uomo intelligente (perchè l'animo nobile mi porta a definirlo così) e tutto ben agghindato,nella sua auto color blu politico, scriveva al cellulare…non è l'unico caso potrei mettermi qui e citargliene tanti altri…il punto è quando capiremo che fermarisi ci porterà un buon raccolto?
Saluti

civettacanterina ha detto...

Buon giorno Carlo - è certo: se non riusciremo a fermarci il "raccolto" ci scapperà di mano - sempre che non ci sia già scappato.
La tecnologia - apparentemente al nostro servizio e da noi creata - ci farà soccombere.
E oggi anche se vedo il cielo sereno, faccio molta fatica ad essere io serena con questi pensieri che mi si affollano nella mente