La vita

Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.

Salvatore Quasimodo

venerdì 10 febbraio 2012

Dedicato a mia madre

Discreta, mai invadente, paziente con tutti, a partire da mio padre con il quale condivide la vita ormai da 70 anni - si  è  così da 70 anni stanno insieme -  e volete che non le dedichi il mio post di oggi? 
Mia Madre si chiama Anna.

Come  una  cascata……  i    ricordi   mi hanno   sommerso…..

Mi  ricordo  di quelle  rose  blu  di cui  era  cosparso  il  bianco prendisole  di  lino   che  indossavi  soltanto  la  domenica  pomeriggio quando  in  giardino, voi  adulti  vi  trovavate   a  parlare,  dopo il  riposo e  dopo che  il caldo si  era  attenuato  e   noi  bambini  giocavamo,  giocavamo però  in  modo  diverso dagli altri giorni,  era   Domenica!

Mi  ricordo  dei pomeriggi  d’inverno,  sul far della  sera, prima  che  papà  arrivasse  a  casa dal lavoro,  ti  concedevi un  breve  riposo, in poltrona,  leggendo  un  giornale  ed  io  allora  mi  venivo a  sdraiare  sulle  tue  ginocchia  e  lì il  silenzio  la  faceva  da  padrone,   rotto  soltanto  dal  tichettio   della  pendola  che  camminava, camminava     nella  sera  che  ormai  incalzava………

Mi  ricordo  del  tuo  impegno  a  preparare  il  baule  che   doveva  contenere   tutto  quanto  sarebbe  stato necessario per  la  nostra  vacanza  a Gabicce   ormai  alle porte,  finalmente……..che  felicità……si  partiva,  mancavano  ormai  pochi  giorni.

Mi ricordo  di una  manovra  maldestra  con la  bici   azzurra,  regalo  della  Prima  Comunione,  sulla  ghiaia  in fondo  a  Via  Fontana, le  ginocchia   sbucciate,  il  mio pianto  sconsolato  e  la  tua  corsa  per  venirmi a   soccorrere………

Mi  ricordo  del  dolore  che  mi  provocava  il  distaccarmi  da  te  quando mi accompagnavi  in classe  in prima  elementare  in Via  del  Gambero,   per   affidarmi  a  quella  zitella  becera  della  maestra………

Mi  ricordo  delle  favole  che  mi leggevi  quando  ero  ammalata   e  il  Dott.  Gandolfi  aveva  ordinato  che  dovevo stare  a  letto  perché  solo  così  la  febbre  sarebbe  passata…..

Mi   ricordo  della  mia  bocciatura  in  prima  media,  ho  capito  da  grande  che  forse  per  te e   papà è  stato  un grande  dispiacere…… dopo  però  a  scuola  sono  sempre  stata  bravina!!!!

Mi  ricordo  dell’orgoglio  che  suscitavano in me  i  commenti  delle  mie  amiche   quando  indossavo  un  nuovo  vestito che  tu mi  avevi  fatto  con  i ferri……….

Mi   ricordo  dell’acquisto  del  mio primo vestito da  sera,  bianco e argento…….  Chissà   a  che  cosa  avrai  dovuto rinunciare  quel  mese  per  sostenere  quella   spesa  straordinaria………

Mi  ricordo  delle  fatidiche  parole  che  hai  pronunciato  quasi  31 anni  fa:  “hai visto che qui di  fronte  è venuto  ad abitare  un  giovanotto,  perché  non cerchi  di  conoscerlo?”   Ed  io  che  cosa  ti  ho  risposto?  “  ma  l’hai  guardato  bene?  Sembra   un prete! …….  Bene   poi  sai  com’è  finita…….

Mi  ricordo  della  sera   in  cui,   io  e  il  mancato  prete  di prima ,  Vi  abbiamo  annunciato  che  sareste  diventati  nonni  e tu  allora rivolta alle mie sorelle:  “Beh,  su  non  andate  a  dare  un  bacio  a  vostra  sorella ?”………….  


Ricordi ricordi ricordi,  potrei  scriverne  ancora  per  tante  pagine…………

                                                                                                                            


10 commenti:

modna50 ha detto...

Stupenda lettera!! la mamma il più bel nome che ci sia!! buona giornata

Lara ha detto...

Un ritratto nostalgico e molto emozionante.
Grazie per averlo condiviso!
Ciao,
Lara

chicchina ha detto...

Ciao,Civettacanterina,Io sono Chicchina,ho lo stesso nome della tua Chicca,con qualche anno in più,nonostante il diminuitivo.
E' un post molto emozionante,questa dedica.Quanto potremmo scrivere sulle nostre mamme!
Grazie per averci reso partecipi di tante emozioni.
Un cordiale benvenuto ed un buon fine settimana, neve o ghiaccio che sia.

Ambra ha detto...

Non sono solo ricordi, questa è una lirica in onore di tua mamma!

Mary ha detto...

Stupende parole... per la Tua mamma. Anch'io ne ho scritte di molto simili alla mia che purtroppo non c'è più.
Esprimono Amore grande... perchè grande è anche l'Amore di una madre.
Grazie per questo splendido dono.

stella dell 'est ha detto...

Bello questo post dedicato a tua mamma,ne sto scrivendo uno anch'io,ma di tempi che non ricordo,mi sono stati raccontati.Bon fine settimana.OLGA

adriana ha detto...

commovente, anch'io avrei voluto poter scrivere cose così alla mia mamma, ma non ho fatto in tempo, ho aspettato troppo e lei se ne è andata....

mammaMarina ha detto...

Quanta dolcezza nelle tue parole! Hai letto questo post alla mamma? Alla mia piace quando le leggo i post, soprattutto quelli dei ricordi.

viola ha detto...

Che bello questo post! Mia mamma non c'è più e tante cose non gliele ho mai dette...Sembra sempre che ci sia tanto tempo ma poi.. Falle leggere le tue parole così piene d'amore: ne sarà felice.

Pinuccia ha detto...

Che commozione leggere questi ricordi.
Mi ha fatto anche bene.
Grazie cara
Pinuccia