La vita

Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.

Salvatore Quasimodo

giovedì 31 maggio 2012

UN GRAZIE

Come ha detto la mia insegnante di yoga ieri sera, dobbiamo cercare di riprendere le nostre abitudini quotidiane, è molto difficile, però,  risanare una ferita, ricucire uno strappo.
Tutta la mia famiglia abita in città e dobbiamo fare i conti con questo "ignoto"  imponderabile,  ma stiamo pagando il caro prezzo  della probabile perdita della casa in campagna  -  a pochi chilometri da S.Felice - che il marito di mia figlia ha sul frutteto che coltiva con passione dedizione e tanto tanto  tanto lavoro.

Vi ringrazio tutti   - cari amici - che ci avete fatto sentire  - con i vostri commenti - la vostra  presenza.
Una buona giornata  e un grazie a tutti

10 commenti:

Adriana Riccomagno ha detto...

...mi dispiace... :-(

Tiziano ha detto...

Un solidale abbraccio
a tutti quelli che soffrono a causa
di questa tragedia

Tiziano.

Melinda ha detto...

Vi sono vicina, a te, Soffio e tutto il resto della famiglia.

Krilù ha detto...

Sono vicina col pensiero a voi Patrizia e Giuseppe, alle altre amiche modenesi che conosco via blog o di persona, e a tutti coloro che si trovano nelle zone critiche, in questi momenti così altamente drammatici. Coraggio, dovrà pur finire questo sconvolgimento tellurico.

alessandra ha detto...

Ho pensato al'entusiasmo con cui hai sempre descritto la tua città, i suoi monumenti e le sue tradizioni, un grande amore per la tua famiglia e terra. Ho pensato a tuo marito con il suo amore per le persone ed i suoi simpatici racconti, l'impegno e l'umorismo con cui la gente emiliana affronta da sempre le cose della vita, con un sorriso e con entusiasmo.
Sono mesi che siete al centro di calamità naturali, prima paesi isolati per la neve ed ora tutto questo, non riesco a trovare una parola, una sola , solo che vi penso sempre, c'è tanto da recuperare, innanzitutto la paura che ha nidificato dentro ad ognuno da superare, un giorno dopo l'altro da vivere sostenuti dalla forza dell'amore famigliare. Un abbraccio a tutti voi.

loriana ha detto...

Ho anch'io amici, anche intimi, che abitano in Emilia, in provincia di Modena. Quello che raccontano sono problemi più a livello "psicologico" che materiale. ..la prima scossa è sempre la più forte, è "risaputo", mentre la seconda che non se l'aspettava nessuno, ha minato la fiducia ed ora nella c'è paura e angoscia, e ripartire sarà molto più difficile.
Come ho detto a loro, oltre ad essere vicina con il pensiero, se conosci qualche realtà da aiutare concretamente dillo: un piccolo aiuto è sempre meglio di niente e la grande famiglia delle bloggers è molto generosa. Un abbraccio a tutti voi

Ambra ha detto...

Oh, ma che peccato! Perdere la casa in campagna. Mi dispiace!
Speriamo che sia finita e che tutti quelli che sono stati colpiti, riescano a riprendersi presto.
Un abbraccio.

teoderica ha detto...

...vedrai che la casa in campagna si salverà, dopo il nero verrà il grigio poi il rosa, vedrai.

Anna-Marina ha detto...

Ho sentito al TG che questa notte non ci sono state scosse, chissà che il terribile terremoto si riaddormenti! Coraggio e un abbraccio!

ivana ha detto...

Mi dispiace per quello che è successo,la tua insegnante di yoga ha ragione, è difficile certo ma lo yoga può aiutarti ad affrontare le cose con uno stato d'animo più positivo ... Un abbraccio .